Consigli per l’autunno


Dal film che spiega tutto sui big data alle app sui telefonini


Consigli per l’autunno

Il mondo può essere rappresentato con numeri e lettere? Nel cult movie Matrix ne erano convinti e avevano ragione: oggi in due giorni vengono raccolte, catalogate ed elaborate più informazioni di quelle raccolte dalla nascita del mondo fino al 2003. Ecco qualche risvolto pratico nella quotidianità.

copertina_pagina_1A bite of…book
Nel libro Big Data gli autori Viktor Mayer-Schönberger e Kenneth Cukier affrontano in modo accessibile le prospettive e i rischi della raccolta e dell’utilizzo dei “grandi dati”. Da un lato si possono elaborare risposte straordinariamente precise sul mondo che ci circonda. Sull’ altro lato della medaglia c’è l’utilizzo da parte di aziende e istituzioni che sfruttano informazioni sulle nostre vite. A voi la scelta: fare o non fare like sui social network?

tableau-290c195A bite of…app
Raccogliere un’enorme quantità di dati non serve a niente se poi non sappiamo analizzarli e leggerli. Se cerchiamo qualcosa di più delle informazioni che ci danno gli smart watch possiamo scaricare sul telefonino Tableau, un vero e proprio elaboratore di dati sulle abitudini degli utenti. Per confrontare la nostra quotidianità con il resto del mondo senza scordare che la stiamo mettendo in piazza, anche se in forma anonima ovviamente.

sportA bite of…sport
Con i Big Data la statistica è solo un ricordo. Sulle figurine degli anni 80-90 c’era la storia professionale del tuo eroe sportivo. Oggi nei videogiochi c’è la personalità dei giocatori. Una volta gli allenatori sapevano quanto aveva corso la squadra, oggi sa come ha corso e dove ha perso inutilmente energie. Durante gli Europei di calcio la Germania utilizzava un sofisticato elaboratore
 di dati per battere e parare i rigori… L’Italia è stata eliminata dai Big Data?

consigli pic-the-human-face-of-big-dataEscape to…the theater
Volete capire cosa sono e a cosa servono i Big Data in poco meno di un’ora? Il film The Human Face of Big Data vi spiegherà tutto. Come state creando informazioni, come vengono raccolte, elaborate e riutilizzate per migliorare servizi e vita quotidiana. Dopo aver visto questo film-documentario vi si aprirà un mondo nuovo e anche fare un semplice bancomat non sarà più la stessa cosa. La domanda è sempre la stessa, servizi perfettamente personalizzati o privacy?

tumblr_mbduvkuspz1qe6vsbo1_400Escape of…work
Il salario medio negli Usa è di 124mila dollari, ci sono oltre 26mila posti ancora vacanti e la richiesta di queste figure nel mondo del lavoro è aumentato di quasi 800% rispetto al 2015. Come avrete intuito stiamo parlando dei “lavoratori di big data”. Non solo analisti ma anche marketing manager, ricercatori e, ovviamente, programmatori. Avere dimestichezza con i big data, secondo le analisi di Forbes, aumentano le chance di essere assunti del 25%.

curalytics-curiator-visualization-2000x1953pxEscape to…the artist
Siete artisti in cerca d’ispirazione? Ecco a voi il Gusto dell’arte, si con la G maiuscola. Lo studio di Curalytics ha analizzato le abitudini e le preferenze degli utenti del sito Curiator, molto famoso tra gli addetti ai lavori, delineando un quadro chiaro e definito su cosa piace e cosa no. Ha identificato i gruppi di gusto e visualizzato le connessioni. Ora gli artisti non possono più lamentarsi di non essere capiti, la creatività ha un orientamento estetico ben definito, almeno secondo i Big Data.

L'autore

Edoardo Calcagno