La mania dei concept store contagia Milano


Quando lo shopping diventa un’esperienza. In stile Amsterdam, ecco alcuni dei negozi più ‘cool’ della città della moda


La mania dei concept store contagia Milano

Milano come Amsterdam. Almeno in termini di concept store, non semplici luoghi d’acquisto, ma luoghi caratterizzati da attenzione per i dettagli, design ricercato e originalità dell’offerta, capaci di coniugare arte, shopping e cultura La capitale olandese, patria assoluta del concept store, insegna e il capoluogo lombardo segue. Con negozi che sempre più uniscono merce ed esperienza d’acquisto “cool”. Sotto Natale, poi, le nuove aperture impazzano e ormai la tendenza è proprio quella di aprire “negozi con esperienza e senso estetico integrati”.

Il Nashi salon

Il Nashi Salon
Come il nuovissimo Nashi Salon nel cuore di CityLife Shopping District, uno dei più importanti progetti di riqualificazione urbana in Europa, dedicato allo shopping, al lifestyle, alla ristorazione, ai servizi di salute e bellezza, al tempo libero e all’intrattenimento. Si tratta di 165 metri quadrati in cui immergersi in un’esperienza innovativa che scardina le logiche dei classici saloni di bellezza per capelli.

Il 30 novembre inaugurerà il Salon che coniuga la formula del retail Nashi Argan con l’expertise dei migliori hairstylist. Infatti, ad accogliere il cliente non sarà il tradizionale Salone di bellezza per capelli ma un vero e proprio Concept Store che, con le sue linee essenziali e il design accogliente e moderno, avvolgerà il cliente in un viaggio esperienziale. Le clienti potranno avere accesso a tutte le linee capelli, corpo, viso, uomo, farsi inebriare non solo dall’essenza dei prodotti, ma anche lasciarsi coccolare dai trattamenti professionali esclusivi dedicati alla bellezza dei capelli.

10 Corso Como

Non solo moda
A Milano tra i pionieri del modello “concept” c’è 10 Corso Como (nella foto in evidenza), lo spazio polifunzionale che comprende store, galleria d’arte e risto-bar. Voluto e fondato da Carla Sozzani, sorella di Franca (la ex direttrice di “Vogue”) e come lei anticipatrice di tendenze nei settori della moda, dell’arte e del design, è stato inaugurato nel 1991 nel cortile di una casa di ringhiera. Un angolo di Milano all’avanguardia, dall’atmosfera cosmopolita ma anche estremamente rilassante. Sullo stesso concetto nasce trent’anni dopo Mcollective, concept store dapprima in Porta Venezia e oggi in zona Duomo che raccoglie e presenta capi, oggetti e accessori di stilisti e artisti emergenti.

Il Concept Store Mcollective

Ci sono poi “laboratori esperienziali” come spazio Amanita, un mini concept store ai piedi del bosco verticale, simbolo della nuova vita del quartiere di Milano Porta Nuova. Proprio il tema del bosco ha portato Francesca, titolare dello spazio, a scegliere un funghetto, l’Amanita Muscaria, come simbolo del negozio. Francesca, fondatrice del marchio di scarpe per bambini Francescatrezzi, ha inventato a Milano un luogo dove tre giovani imprenditrici progettano e al contempo vendono le loro creazioni artigianali.

Dalla musica al design
Più “alternativo” ma sempre multi esperienziale è Serendeepity in zona Ticinese: qui intorno al tema centrale, i vinili, ruotano decine di oggetti rari e spesso introvabili altrove. La musica è rimasta protagonista con una parete tappezzata di copertine di Lp e un ampio assortimento di cd e vinili italiani e d’importazione, nuovi e usati, tra jazz, rock, funk, new wave, post-punk, techno e così via. A fare da contorno cuffie, giradischi, borsoni da deejay, casse. In vendita, inoltre, una selezione di fumetti, graphic novel, libri di musica, cinema, street art, romanzi, saggi, e ancora abbigliamento, con t-shirt, giacche, maglie, bijoux di stilisti e designer di nicchia. E una scelta di capi vintage, alcuni griffati.

Aspettando il Natale
Per chi impazzisce per arredamento e design c’è Ecliss Milano, che tradizionalmente tra ottobre e dicembre si trasforma in un enorme ”Christmas Store”, uno spazio di 1500 metri quadrati dove acquistare tutto l’occorrente per addobbare la casa in vista del 25 dicembre.

Il Concept Store Nonostante Marras

Ci sono poi concept store monomarca dove il personale è in grado di far vivere ai clienti esperienze uniche in ambienti particolari e di classe. Esempi calzanti sono Nonostante Marras in via Cola di Rienzo e il nuovo Alcantara Concept store, una specie di “galleria-negozio” con pezzi unici e in limited edition: dalle borse patchwork di Benedetta Bruzziches ai capi di abbigliamento di Aquilano Raimondi fino all’arredo di design, come la poltrona “Kiss” di Rebecca Moses.

L'autore

Giulia Cimpanelli

Giulia Cimpanelli Giornalista e viaggiatrice per passione e per mestiere, non ho ancora compreso per quale delle due attività nutra l'amore più profondo. Scrivo per il Corriere della Sera, mi occupo da anni di argomenti relativi a innovazione, startup, new economy e lavoro. Mentre approfondisco questi temi su testate giornalistiche, approfondisco le altre passioni, viaggi e e moda, sui social network (su Facebook e Instagram: @ioviaggiodasola @dovevofarelafashionblogger).