I consigli per l’inverno


Qualche chicca di fine anno per i lettori di LINC. Dai film ai nuovi master, fino alla capsula per il sonno


I consigli per l’inverno

di Alessandro Beretta

Film V/R
La fabbrica è occupata, ma non c’è nulla 
da fare in Portogallo. Quando arriva una commessa dall’Argentina tutto cambia. Si riparte, ma la rivoluzione ha i ritmi di un musical di Hollywood interpretato da tute blu in bilico con il documentario. A fábrica de nada, ovvero “La fabbrica del nulla”, del portoghese Pedro Pinho è un film d’esordio che, di fronte alla crisi del lavoro, sceglie un registro bello e inatteso, forse lungo (3 ore!), per raccontarlo.

Giorgio Falco

Book/Libro
Quello che era il lavoro, fisso e stabile, diventa nei decenni un’altalena di “lavoretti” senza prospettiva. Accade a Giorgio Falco che nel romanzo autobiografico Ipotesi di una sconfitta (Einaudi) ne fa tanti e diversi, in settori che vanno dall’abbigliamento alla telefonia, trovando la chiave per rendere la sua storia specchio di tanti in un tono sommesso, ma implacabile. Crolla il lavoro o sta crollando l’Occidente? Prima leggere, poi decidere.

Master
Orientare il consumo, non per uno specifico talento, ma per presenza sui social: l’influencer gioca con la fama e le immagini, ci guadagna e fa guadagnare. Per questo in Bocconi apre la prima Academy gratuita dedicata all’influencing marketing, creata da L’Oreal lusso e Condé Nast, con corsi dedicati a beauty, food, moda, lifestyle. Riservata a maggiori di 19 anni, iscritti in università, pronti a studiare per cambiare status, preferibilmente sociale.

Reportage
In vent’anni, Internet ha cambiato il mondo e Andrew O’Hagan ne La vita segreta – tre storie vere dell’era digitale (Adelphi) indaga il confine tra mito e realtà, online e offline, toccando Julian Assange, resuscitando virtualmente un amico e andando, nell’ultima e più impressionante storia, in caccia di Satoshi Nakamoto, mitico inventore del “bitcoin”. Tra qualche tempo potrebbe cambiare l’idea stessa di denaro, ma trovarne il padre non è uno gioco.

Oggetti

Tra le abitudini mutate per lavori multitasking, il sonno è in prima linea: si è passati dalle 7/8 ore degli anni ’70, alle 6/7 attuali. Stanchi? Si può fare un power nap, pisolino da 26 minuti che rilancia produttività e concentrazione. L’ideale è usare una capsula, come quella ispirata dalla Nasa prodotta dalla Hammacher Schlemer, nel settore da 170 anni. L’unico problema, il prezzo: 250.000 dollari. Difficile che il sonno sia poi così tranquillo…

Sport

Quando lo sport si apre all’idea di gioco cambiano i parametri. Da fine ottobre,
infatti, il Comitato Internazionale Olimpico ha riconosciuto gli e-sports come attività sportiva. Giocare a certi videogame, da singoli o in squadra, è una professione. Tra arene e premi, il mercato è in crescita esponenziale: 892,8 milioni di dollari nel 2016, oltre 200 milioni di giovani appassionati. Altro che “smanettoni”, sono i nuovi atleti 2.0, con tanto di antidoping.

L'autore