Premi More Than Pink, quando innovazione fa rima con salute


Protagonisti centri di ricerca, spin-off, università, startup e grandi aziende


Premi More Than Pink, quando innovazione fa rima con salute

Di Susan G. Komen Italia e ItaliaCamp

Il Censis nel suo 52° Rapporto, in cui ogni anno interpreta i più significativi fenomeni socio-economici del Paese, sottolinea come più della metà degli italiani (54,7%) pensi che nel nostro Paese le persone non abbiano le stesse opportunità di diagnosi e cure.

In controtendenza e per avviare un processo virtuoso di emersione dell’innovazione nel campo della salute e del benessere, ItaliaCamp insieme a Susan G. Komen Italia e in collaborazione con il Polo di Scienze della Salute della Donna e del Bambino della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma,  ha voluto fortemente la seconda edizione dei premi More Than Pink, mettendo al centro l’accessibilità della prevenzione, diagnosi e cure.

Il percorso è partito a maggio durante la “Race for the cure” di Roma, la maratona organizzata da Susan G. Komen Italia per sensibilizzare migliaia di persone sul tema dei tumori al seno. Poi abbiamo attraversato tutta Italia, da Milano (dove abbiamo collaborato con artisti italiani per immaginare installazioni che migliorassero il rapporto con i luoghi di cura) a Matera (Capitale della Cultura 2019), passando per Firenze (ospitati dal Forum Sistema Salute), per presentare a cittadini, ideatori e stakeholder “More Than Pink”. Con l’obiettivo di sviluppare e far emergere da centri di ricerca, spin-off, università, startup e grandi aziende progettualità innovative per migliorare la salute e il benessere. Il tutto dando priorità a tre focus tematici di particolare interesse per i nostri giorni: Salute e migranti, Innovazione 4.0, Salute e benessere.

La premiazione

More Than Pink 2
More Than Pink 4
More Than Pink - 1

Il principio che ha animato la scelta dei progetti vincitori  prende ispirazione dalla Dichiarazione universale per i diritti umani, che nel 2018 ha celebrato il 70° anniversario, e in cui si legge che la salute è un diritto fondamentale per tutte le persone. Il comitato scientifico di More Than Pink ha così assegnato i premi ai progetti vincitori, scelti tra gli oltre 150 che si sono candidati: “VEASYT Live”, primo servizio in Italia di video-interpretariato online sia in lingue vocali che in lingua dei segni, fruibile via app e via web che verrà messo a disposizione nelle strutture sanitarie. “Mum2B”, software integrabile in dispositivi emergenti per il monitoraggio combinato materno/fetale in prossimità del parto. E “Piccoli spazi di felicità”, intervento di micro-architettura con diverse funzionalità e dimensioni negli spazi inutilizzati degli ospedali per dialogare con le comunità che vivono i luoghi di cura per influenzarne il benessere psicofisico. La scelta di questi progetti non è casuale: permettono di delineare un orizzonte che recupera le radici umanistiche della scienza medica, per coniugare innovazione, rispetto, ascolto, speranza e solidarietà.

L'autore

La redazione di LINC


« Precedente