Se anche l’edicola diventa pop


Una selezione di magazine a cura di Verso Kiosk


Se anche l’edicola diventa pop

A cura di Verso Kiosk

MacGuffin Magazine

Il MacGuffin è un gancio per far partire una storia. Fu Alfred Hitchcock a coniare questo termine connotandolo di una funzione narrativa ben precisa, ovvero quella di espediente d’attivazione. Un appiglio, ecco. “MacGuffin Magazine”, l’omonima rivista olandese, analogamente, non è altro che un pretesto in formato A4 per dare vita a un oggetto, per strapparlo dalla sua funzione quotidiana: il letto, la corda, il lavandino. Presentato nell’ormai lontano 2014 a Milano, durante la design week, “MacGuffin” è giunta al suo sesto numero, in cui indaga le storie nascoste negli oggetti sferici che ci circondano. Lo fa da più prospettive, coinvolgendo il design, la storia, la fotografia. Sul sito è possibile trovare anche un piccolo estratto di ogni uscita.

Migrant Journal

Difficile ancora pensare che la migrazione possa essere un processo naturale, ecologicamente fisiologico quasi. Per “Migrant Journal” piuttosto è parte integrante della genesi del genere umano e si pone, come magazine, l’obiettivo di esplorare, numero dopo numero, la circolazione di persone, beni, informazioni, fauna e flora per il mondo. Non solo: indaga l’impatto che questi movimenti sferici hanno sia sull’ambiente di partenza, sia in quello d’arrivo. Per “Migrant” la migrazione è soprattutto una chiave di lettura indispensabile per capire la società moderna. Così artisti, giornalisti, accademici, designer e architetti, ma anche filosofi, attivisti e fotografi sono chiamati a riformulare un nuovo approccio con cui accostarsi a questo fenomeno. Un magazine la cui unica mission editoriale è quella di rompere qualsiasi cliché e pregiudizio sulla migrazione.

 

 

Works That Work

Il design è di tutti: questa l’idea di fondo di “Works That Work”. Il magazine vuole infatti allargare la concezione dell’utilità del design anche a chi non è designer. In formato digitale e cartaceo dal 2012 la rivista pubblica saggi e storie originali su tutto ciò che può essere messo in relazione col design. Presenta progetti che arrivano da qualsiasi parte del mondo; progetti che possano contribuire a cambiare il modo di vedere il design nella quotidianità, in special modo quella lavorativa. Il magazine inoltre non si appoggia a un distributore ufficiale, ma crede nella distribuzione sociale, intendendo i rapporti umani come veri ponti commerciali. Un modo, questo, per sostenere le librerie indipendenti, coinvolgendo i lettori come partner attivi e agenti della rivista.

 

 

 

 

L'autore

Antonio Potenza

Antonio Potenza Laureato in Comunicazione, si specializza in Editoria e Scrittura presso l'Università LaSapienza di Roma. Collabora come editor con la rivista Sundays Storytelling. Ha lavorato come redattore televisivo presso il programma di Rai 3 'Tutta Salute' e per Class Editori nella redazione di Class News. Attualmente scrive per Auralcrave occupandosi di cultura, cinema, musica e letteratura.