Tanti i progetti e le aziende premiate durante gli Economy Inclusion Awards 2019

Lunedì 16 dicembre nella sede di Bosch Italia a Milano gli Stati Generali del Mondo e B-Iniziative in partnership con la testata nazionale Economy hanno presentato gli “Economy Inclusion Awards 2019”. Sono state premiate le imprese, i progetti, le associazioni sportive che hanno dimostrato maggior impegno nell’abbattere le discriminazioni su età, disabilità, genere ed etnia, trasformandole in punti di unione e forza.
La caduta del muro di Berlino viene premiato come evento più inclusivo del XX secolo e a ricevere il premio è Peter Von Wesendonk, Console Generale Aggiunto della Repubblica Federale di Germania. Con Riccardo Pittis come moderatore l’evento è un susseguirsi di interventi da parte di aziende che hanno fatto la differenza e attraverso le quali possiamo credere in un reale cambiamento della società e del mondo in cui viviamo. NEETON, il progetto di Bosch Italia, in collaborazione con LabLaw Studio Legale, ManpowerGroup, Generation Italy e la scuola di formazione Bosch TEC, è uno dei vincitori degli “Economy Inclusion Awards” perché ha saputo coinvolgere ragazzi disoccupati provenienti da diversi paesi in attività lavorative presso aziende tra cui la Freud Spa, società del Gruppo Bosch, attraverso percorsi di formazione che permettono loro di acquisire competenze tecniche e soft skills. Riccardo Barberis, Amministratore Delegato ManpowerGroup, racconta come la loro storia sia già una storia di inclusione: «Siamo nati con un DNA che ci porta a cercare di inserire il più possibile diversity per creare comunità migliori attraverso l’inclusione».  «Il progetto NEETON – continua Barberis – è stato fatto perché riconosciamo l’importanza di includere questa categoria di giovani inattivi. Tutto ciò ci riguarda da vicino sia come manager sia come cittadini, perché i giovani sono la nostra generazione del futuro».

Sono state premiate inoltre Danone, Autogrill, Avio Aero. Quest’ultima per aver avviato il primo progetto di Smart Internship in Italia che ha visto come protagonista Federico, un ragazzo di 25 anni tetraplegico che ha svolto un tirocinio universitario. L’incarico è stato quello di apprendere i processi di monitoraggio e gestione dei budget ingegneristici di Avio Aero. Bellissimo e stimolante, così Federico descrive il suo tirocinio che ha avuto modo di raccontare 10 giorni fa presso la Conferenza Annuale Universitaria dei Delegati per la Disabilità svoltasi a Roma alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
È stata premiata anche Findomestic Banca, il cui progetto ha davvero scosso gli animi: una campagna volta al riconoscimento e all’inclusione dell’omosessualità. Il Direttore HR Alessandro Agosti, spiega come, insieme ad altri colleghi, ha scelto di metterci la faccia schierandosi dalla parte di chi è socialmente discriminato.
Un altro vincitore è Hewlett Packhard Enterprise, che ha scelto di andare incontro alle esigenze delle famiglie e lo ha fatto dando ai suoi dipendenti tre nuovi vantaggi:

  • Parental Transition Support: in virtù di accordi aziendali già aziendali esistenti, i genitori hanno l’opportunità di lavorare part-time fino ai 10 anni del bambino;
  • Retirement Transition Support: i dipendenti che si avvicinano alla pensione hanno l’opportunità di lavorare part-time prestando servizio come tutor ad altri dipendenti;
  • Wellness Friday: la possibilità una volta al mese di uscire 3 ore prima il venerdì per avere più tempo libero da dedicare a loro stessi.

Tutto questo per dare una reale dimostrazione di quanto hanno a cuore il benessere dei loro dipendenti anche perché «tutte queste iniziative vanno ad arricchire ulteriormente il panorama delle opportunità messe a disposizione per il raggiungimento di un miglior equilibrio tra la propria vita lavorativa e quella personale» ha affermato Sonia Stucchi, HR Manager di Hewlett Packhard Enterprise Italia.
Marco Gualtieri, Founder e Chairman Seeds & Chips, fa luce sui 17 SDGs (Sustainable Development Goals) ovvero gli obiettivi di sviluppo sostenibile concordati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite. Questi obiettivi mirano a risolvere un’ampia gamma di problematiche come la povertà, la fame, l’istruzione, il cambiamento climatico. La cosa che più li contraddistingue dai MDGs (Millenium Development Goals, portati a termine nel 2015) è il fatto che sono strettamente collegati tra loro e che non vi è distinzione tra Paesi sviluppati e in via di sviluppo. Essi riguardano indistintamente tutti gli stati. Gualtieri spiega come ognuno di noi può, attraverso una corretta informazione, cambiare le cose nel suo piccolo per far sì che il mondo, un domani, possa migliorare.
Sono state premiate anche società sportive come FC Internazionale Milano, che dopo la partita contro il Napoli a seguito di BUU razzisti verso un giocatore ha scelto di trasformare quella sillaba nell’acronimo di Brothers Universally United lanciando una campagna social contro il razzismo.
Con l’Inter anche PowerVolley ha scelto di dare il suo contributo dando vita al “progetto Volley4all” presentato da Paolo Tardio e dal giocatore Riccardo Sbertoli.
«E’ sbagliato pensare che qualcosa cambi quando noi facciamo sempre le stesse cose» lo ha detto Federico Borgna e prima di lui Einstein. Federico Borgna, Sindaco di Cuneo ormai da 7 anni, ha vinto la sua prima campagna elettorale con lo slogan “Cuneo Guarda Avanti”. Un uomo che si contraddistingue per una forza travolgente e che ha scelto, nonostante la cecità, di guidare una città. Una vita, la sua, che grazie al sostegno della sua famiglia e dei suoi cittadini ha saputo raggiungere grandi obiettivi.